Consulenza psicologica  e  psicoterapiadiagnosi clinica,  formazione e informazione,  articoli,  seminari e gruppi esperienziali...

Picture

SPAZIO  PSI

Studio di Psicologia e Psicoterapia - Roma
           Dott.ssa Ida Lopiano e dott. Arturo Mona, psicologi - psicoterapeuti

:: Viale  Ratto delle Sabine , 23.   00131- Roma
    (
Casal Monastero)
:: Viale Giulio Agricola, 61 (Tuscolana ,
    Metro Giulio Agricola). 00174 - Roma
    Segreteria: Tel. 06.83505663
    Dott.ssa Lopiano: 320.0450719
   
Dott. Mona:  338.1666010
    www.spaziopsi.it  -  idalopiano@tiscali.it

       Home

      Psicoterapia     

Articoli

Training Autogeno

  Gruppi    

      Link      

  Contattaci   

 
 
PRENOTA UN COLLOQUIO
 

 Dott.ssa Ida Lopiano
 Psicologa e Psicoterapeuta:
 tel.  320.0450719
_________________________
 Dott. Arturo Mona
 Psicologo e Psicoterapeuta:
 tel. 338.1666010

Curriculum
:: Dott.ssa Ida Lopiano
   Psicologa Psicoterapeuta ad
  orientamento analitico
  transazionale

:: Dott. Arturo Mona
  Psicologo Psicoterapeuta ad
  orientamento strategico

  Indice
 
I collaboratori
 
La nostra filosofia 
 
Il primo colloquio
 
Siamo segnalati su
 
Collaborazioni
 
Domande allo Psicologo
  I nostri
Studi di Psicoterapia

   SERVIZI
     offerti

Picture


  Consulenza e Psicoterapia
 
Training autogeno
 
Sostegno alla genitorialità
 
Colloqui Psicodiagnostici
 
Sostegno psicologico
 
Consulenza Psichiatrica
 
Consulenza Neurologica
 
Prevenzione e Formazione
 
Informazione psicologia
 
Perizie Psicologiche
 
Laboratori espressivi
 

Picture Picture Picture

 I disturbi trattati

 
   
Nell’adulto
  Ansia e attacchi di panico
 
Fobie
 
Ipocondria
 
Fobia sociale
 
Fobia specifica
 
Agorafobia
 
Ansia da esame
 
Nevrosi Ossessiva
 
Disturbo post traumatico
 
Disturbi Psicosomatici
 
Stress
 
Tricotillomania
 
Abuso sessuale
 
Depressione
 
Depressione post - partum
 
Anoressia nervosa
 
Bulimia nervosa
  Obesità psicogena
 
Disturbi Psicosomatici
  Disturbi di  personalità
 
Disturbi sessuali
 
Gioco d’azzardo patologico
 
Problemi della  coppia
_______________________
  
Bambino e adolescente
 
Ansia da separazione
  Difficoltà di inserimento
  scolastico 
  Disturbi dell’attenzione
 
Disturbi della condotta
  Disturbo oppositivo
  provocatorio
  Disturbo dell’attaccamento
 
Disturbi dello
 
apprendimento
 
Autismo
 
Sindrome di Asperger
 
Disturbo di Rett
 
Disturbo disintegrativo
  dell’infanzia
 
Disturbi della condotta
  Difficoltà della relazione
 
genitori/ figli
  Enuresi (pipì a letto)
  Disturbi alimentari
 

Quali pericoli corre chi naviga su S.L.?

second life infedeltà dipendenza second life
second life dipendenza

Questo spazio è dedicato alla riflessione sull’impatto che il navigare su Second Life avrebbe in termini di rischio di sviluppare comportamenti disfunzionali nella vita reale. Alcuni tra i rischi più frequentemente menzionati riguardano la possibilità di creare un legame di dipendenza; la tendenza ad utilizzare la rete per mezzo per attuare comportamenti sessuali inaccettabili nella “real life”; il desiderio di trovare un contesto “protetto” dove poter sviluppare relazioni extra coniugali.

- Esiste un reale rischio di dipendenza da Second Life?
Sicuramente Second Life può assumere un ruolo molto invadente rispetto alla vita reale dell'individuo, sia in termini di tempo trascorso semplicemente ad esplorare, che in termini di risorse personali investite. Tuttavia si può parlare di dipendenza solo nel momento in cui l'investimento è tale da produrre effetti che sono di ostacolo alla "real life", ossia quando interferisce con le normali e consuete attività quotidiane dell'individuo, limitandone la progettualità reale. Ovviamente SL non rappresenta di per sè un pericolo per ogni persona in termini di dipendenza. L'individuo che utilizza questo mondo virtuale in maniera disfunzionale e che, per sue caratteristiche individuali, tende a sviluppare nella propria "vita reale" rapporti di dipendenza, può in questo contesto riproporre la stessa modalità disfunzionale.

- Perversione su Second Life?
L' interagire in un contesto che effettivamente offre diverse possibilità di manifestare comportamenti o atti di perversione (basta pensare gli ambienti in cui è possibile praticare pedofilia e zoofilia), non è una condizione sufficiente a "trasformare" un individuo in una persona "perversa".  Credo che ciascun individuo decida di entrare in SL, almeno inizialmente, con una motivazione diversa: così come si può scegliere di navigare per curiosità, per effettuare investimenti economici, c'è chi si avvicina a SL per sentirsi libero di vivere una sessualità non consentita nella vita reale, all'interno di un contesto che garantisce maggiormente l'anonimato e permette l'espressione di fantasie socialmente inaccettabili nella "real life".Per questo è sicuramente importante e necessario stabilire morme che regolino l'accesso a SL (soprattutto per la tutelare i minori dall'esposizione a modelli di comportamento sessuale inadeguati), e che impediscano l'utilizzo di SL per la realizzazione di illeciti rilevanti nella vita reale (come ad es. lo scambio di materiale pornografico, soprattutto se riguardante i minori).

- L'avatar può essere un alter-ego "infedele"?
Sebbene l'avatar rispecchi in genere alcuni tratti e  caratteristiche dell'individuo di cui è la rappresentazione, basta dare uno sguardo ai personaggi che popolano SL per accorgersi di quanto questi sembrano essere la rappresentazione di un alter-ego ideale, che risponde a canoni di bellezza estetica vicini alla perfezione, piuttosto che del sè reale. Ovviamente non intendo con ciò affermare che chi entra in SL costruendo un avatar il più possibile attraente e rispondente ai nostri stereotipi di desiderabilità sessuale o sociale, sia alla ricerca di esperienze sentimentali al di fuori del rapporto di coppia. Il desiderio di stabilire relazioni  virtuali è una delle tante e diverse motivazioni che  spinge l'individuo ad entrare in SL .Sebbene, come molti individui/avatar affermano, SL offra "molte tentazioni" rispetto alla possibilità di tradire virtualmente il proprio partner, penso che chi utilizza SL per tale scopo sia l'individuo che in genere, nella vita reale, tende ad essere infedele nel rapporto di coppia. Non credo inoltre che stabilire relazioni "intime" su SL (che siano pure esperienze sessuali virtuali), sia mosso dalla motivazione a tradire il partner reale, a patto che, ovviamente, la relazione instaurata rimanga virtuale. Il sesso virtuale può non essere indicativo di infedeltà, ma vissuto come gioco dalla coppia che lo percepisce come tale.  Basta pensare al fatto che molte coppie reali decidono, consensienti, di provare il sesso virtuale con persone diverse dal proprio partner, semplicemente per curiosità, desiderio di esplorazione, con il gusto dell'anonimato che protegge e nello stesso tempo stimola fantasie. E non per questo ci si sente, rispetto al partner, traditi o traditori

                                                                                                                                                              Dott.ssa Ida Lopiano

                                                                                                                         
 

 
 
:: Collaborazione con
    l’associazione onlus
   
gli argonauti
 

Picture

  

 

 

 

 Lo studio di Psicoterapia
 Spazio Psi collabora con
 l’associazione onlus
 gli argonauti nella
 organizzazione di incontri
 seminariali e formativi sulla
 genitorialità, e di gruppi
 esperienziali rivolti a
 bambini e adolescenti
 

I nostri siti di Psicologia:

Ass. gli argonauti onlus

Il sito del dott. Arturo Mona

Il Blog sull’ Analisi
Transazionale

facebook
MYSPACE
twitter

Elenco Psicologi

HT network di psicologia