Consulenza psicologica  e  psicoterapiadiagnosi clinica,  formazione e informazione,  articoli,  seminari e gruppi esperienziali...

Picture

SPAZIO  PSI

Studio di Psicologia e Psicoterapia - Roma
           Dott.ssa Ida Lopiano e dott. Arturo Mona, psicologi - psicoterapeuti

:: Viale  Ratto delle Sabine , 23.   00131- Roma
    (
Casal Monastero)
:: Viale Giulio Agricola, 61 (Tuscolana ,
    Metro Giulio Agricola). 00174 - Roma
    Segreteria: Tel. 06.83505663
    Dott.ssa Lopiano: 320.0450719
   
Dott. Mona:  338.1666010
    www.spaziopsi.it  -  idalopiano@tiscali.it

       Home

      Psicoterapia     

Articoli

Training Autogeno

  Gruppi    

      Link      

  Contattaci   

 
 
PRENOTA UN COLLOQUIO
 

Il disturbo borderline:

 Dott.ssa Ida Lopiano
 Psicologa e Psicoterapeuta:
 tel.  320.0450719
_________________________
 Dott. Arturo Mona
 Psicologo e Psicoterapeuta:
 tel. 338.1666010

Curriculum
:: Dott.ssa Ida Lopiano
   Psicologa Psicoterapeuta ad
  orientamento analitico
  transazionale

:: Dott. Arturo Mona
  Psicologo Psicoterapeuta ad
  orientamento strategico

  Indice
 
I collaboratori
 
La nostra filosofia 
 
Il primo colloquio
 
Siamo segnalati su
 
Collaborazioni
 
Domande allo Psicologo
  I nostri
Studi di
  Psicoterapia

   SERVIZI
     offerti

Picture


  Consulenza e Psicoterapia
 
Training autogeno
 
Sostegno alla genitorialità
 
Colloqui Psicodiagnostici
 
Sostegno psicologico
 
Consulenza Psichiatrica
 
Consulenza Neurologica
 
Prevenzione e Formazione
 
Informazione psicologia
 
Perizie Psicologiche
 
Laboratori espressivi
 

Picture Picture Picture

 I disturbi trattati

 
   
Nell’adulto
  Ansia e attacchi di panico
 
Fobie
 
Ipocondria
 
Fobia sociale
 
Fobia specifica
 
Agorafobia
 
Ansia da esame
 
Nevrosi Ossessiva
 
Disturbo post traumatico
 
Disturbi Psicosomatici
 
Stress
 
Tricotillomania
 
Abuso sessuale
 
Depressione
 
Depressione post - partum
 
Anoressia nervosa
 
Bulimia nervosa
  Obesità psicogena
 
Disturbi Psicosomatici
  Disturbi di  personalità
 
Disturbi sessuali
 
Gioco d’azzardo patologico
 
Problemi della  coppia
 
Separazione/divorzio
_______________________
  
Bambino e adolescente
 
Ansia da separazione
  Difficoltà di inserimento
  scolastico 
  Disturbi dell’attenzione
 
Disturbi della condotta
  Disturbo oppositivo
  provocatorio
  Disturbo dell’attaccamento
 
Disturbi dello
 
apprendimento: dislessia,
 
discalculia, disgrafia,
 
disortografia
 
Autismo
 
Sindrome di Asperger
 
Disturbo di Rett
 
Disturbo disintegrativo
  dell’infanzia
 
Disturbi della condotta
  Difficoltà della relazione
 
genitori/ figli
  Enuresi (pipì a letto)
  Disturbi alimentari
 

 
 
:: Collaborazione con
    il centro
   
gli argonauti
 

Picture

  

 

 

 

 Lo studio di Psicoterapia
 Spazio Psi collabora con
 l’associazione onlus
 gli argonauti nella
 organizzazione di incontri
 seminariali e formativi sulla
 genitorialità, e di gruppi
 esperienziali rivolti a
 bambini e adolescenti
 

I nostri siti di Psicologia:

Centro
gli argonauti

Il sito del dott. Arturo Mona

Il Blog sull’ Analisi
Transazionale

Rappresenta uno dei disturbi più complessi da trattare.
Fa parte dei disturbi di personalità del gruppo B, insieme con il
Narcisista, l’Antisociale e l’Istrionico.
L’emozione di fondo è la Rabbia. Le altre caratteristiche fondamentali sono l’impulsività e il passaggio all’atto.
Il disturbo si manifesta con l’instabilità delle relazioni, dell’umore e dell’immagine di sè, e una emotività esagerata.
Le situazioni di forte stress possono innescare reazioni psicotiche.
Spesso è associato alla presenza di disturbi affettivi, depressivi, dissociativi e del pensiero; all’abuso di sostanze, ai disturbi alimentari e d’ansia.
La storia interpersonale è caratterizzata dalla instabilità delle relazioni affettive, dal desiderio continuo di protezione e paura di abbandono. L’impulsività che di solito contraddistingue questo disturbo è spesso causa di atti di autolesionismo. La vita relazionale è caotica.
La storia familiare del paziente borderline rivela di frequente la presenza di uno stile relazionale caotico, caratterizzato da trascuratezza, abbandono, e svalutazione mista a idealizzazione.
Il messaggio proveniente dalla famiglia era che l’autonomia è un male, mentre sofferenza e dipendenza vanno bene, pertanto ogni passo verso l’autonomia può determinare degli autoattacchi. L’obiettivo del B. nel farsi male è quello di “pacificarsi con l’aggressore”.
Nell’intervento il terapeuta dovrà concentrare l’attenzione sull’alleanza per favorire la collaborazione; sostenere i successi, evitare critiche e monitorare costantemente i progressi fatti, considerando la tendenza del paziente a boicottarsi, ossia a “tornare indietro” subito dopo aver raggiunto dei risultati. E’ inoltre fondamentale l’attenzione al rispetto delle regole del setting da parte del paziente, considerando la sua tendenza ad ignorare le regole e a svalutare la terapia. Di solito il rischio di abbandono della terapia è particolarmente alto.

La diagnosi secondo i criteri del DSMIV-TR:
Un quadro pervasivo di instabilità nelle relazioni interpersonali, dell’immagine di sé e degli affetti rivela una marcata impulsività a partire dall’inizio dell’età adulta fino al presente in una varietà di contesti, come indicato da cinque (o più) dei seguenti elementi:
1)Tentativi frenetici di evitare un abbandono reale o immaginato. Nota: non include il comportamento suicida o autolesivo che rientra nel criterio 5.
2)Un quadro di relazioni interpersonali instabili e intense, caratterizzate da un alternarsi tra i due poli estremi dell’idealizzazione e della svalutazione.
3)Disturbi di identità: un’immagine di sé o senso di sé marcatamente e persistentemente instabile.
4)Impulsività in almeno due aree, che possono arrecare danni a se stessi (come spese, sesso, uso di sostanze, guida incauta, abbuffate). Nota: non include il comportamento suicida o autolesivo che rientra nel criterio 5.
5)Comportamento suicida ricorrente: gesti, minacce o comportamento autolesionista.
6)Instabilità affettiva, dovuta ad una marcata reattività dell’umore (come disforia episodica intensa, irritabilità o ansia, che dura di solito alcune ore e solo raramente più di qualche giorno).
7)Sensazione cronica di vuoto.
8)Rabbia inappropriata, intensa, o difficoltà di controllarla (come manifestazioni frequenti di temperamento, rabbia costante, lotte fisiche ricorrenti).
9)Ideazione paranoide , legata allo stress, o gravi sintomi dissociativi.

Diagnosi Differenziale: A differenza degli individui con disturbo paranoide, schizoide o narcisistico, il Borderline sta bene in autonomia anche per lunghi periodi.