Consulenza psicologica  e  psicoterapiadiagnosi clinica,  formazione e informazione,  articoli,  seminari e gruppi esperienziali...

Picture

SPAZIO  PSI

Studio di Psicologia e Psicoterapia - Roma
           Dott.ssa Ida Lopiano e dott. Arturo Mona, psicologi - psicoterapeuti

:: Viale  Ratto delle Sabine , 23.   00131- Roma
    (
Casal Monastero)
:: Viale Giulio Agricola, 61 (Tuscolana ,
    Metro Giulio Agricola). 00174 - Roma
    Segreteria: Tel. 06.83505663
    Dott.ssa Lopiano: 320.0450719
   
Dott. Mona:  338.1666010
    www.spaziopsi.it  -  idalopiano@tiscali.it

       Home

      Psicoterapia     

Articoli

Training Autogeno

  Gruppi    

      Link      

  Contattaci   

 
 
PRENOTA UN COLLOQUIO
 

 Dott.ssa Ida Lopiano
 Psicologa e Psicoterapeuta:
 tel.  320.0450719
_________________________
 Dott. Arturo Mona
 Psicologo e Psicoterapeuta:
 tel. 338.1666010

Curriculum
:: Dott.ssa Ida Lopiano
   Psicologa Psicoterapeuta ad
  orientamento analitico
  transazionale

:: Dott. Arturo Mona
  Psicologo Psicoterapeuta ad
  orientamento strategico

  Indice
 
I collaboratori
 
La nostra filosofia 
 
Il primo colloquio
 
Siamo segnalati su
 
Collaborazioni
 
Domande allo Psicologo
  I nostri
Studi di
  Psicoterapia

   SERVIZI
     offerti

Picture


  Consulenza e Psicoterapia
 
Training autogeno
 
Sostegno alla genitorialità
 
Colloqui Psicodiagnostici
 
Sostegno psicologico
 
Consulenza Psichiatrica
 
Consulenza Neurologica
 
Prevenzione e Formazione
 
Informazione psicologia
 
Perizie Psicologiche
 
Laboratori espressivi
 

Picture Picture Picture

 I disturbi trattati

 
   
Nell’adulto
  Ansia e attacchi di panico
 
Fobie
 
Ipocondria
 
Fobia sociale
 
Fobia specifica
 
Agorafobia
 
Ansia da esame
 
Nevrosi Ossessiva
 
Disturbo post traumatico
 
Disturbi Psicosomatici
 
Stress
 
Tricotillomania
 
Abuso sessuale
 
Depressione
 
Depressione post - partum
 
Anoressia nervosa
 
Bulimia nervosa
  Obesità psicogena
 
Disturbi Psicosomatici
  Disturbi di  personalità
 
Disturbi sessuali
 
Gioco d’azzardo patologico
 
Problemi della  coppia
 
Separazione/divorzio
_______________________
  
Bambino e adolescente
 
Ansia da separazione
  Difficoltà di inserimento
  scolastico 
  Disturbi dell’attenzione
 
Disturbi della condotta
  Disturbo oppositivo
  provocatorio
  Disturbo dell’attaccamento
 
Disturbi dello
 
apprendimento: dislessia,
 
discalculia, disgrafia,
 
disortografia
 
Autismo
 
Sindrome di Asperger
 
Disturbo di Rett
 
Disturbo disintegrativo
  dell’infanzia
 
Disturbi della condotta
  Difficoltà della relazione
 
genitori/ figli
  Enuresi (pipì a letto)
  Disturbi alimentari
 

Il disturbo narcisistico:

Fa parte dei disturbi di personalità del gruppo B, insieme con il Borderline, l’Antisociale e l’Istrionico.
Si manifesta con la tendenza alla grandiosità, necessità di ammirazione e mancanza di empatia.
Da un punto di vista interpersonale è presente una grande vulnerabilità alle critiche e ad essere trascurato, e allo stesso tempo il desiderio di amore e approvazione. Se viene meno il sostegno o se ci sono segni di mancata perfezione, la considerazione di sé precipita verso una feroce autocritica. Del tutto incapace di empatia, questo tipo di persona tratta gli altri con disprezzo e si ritiene superiore e al di sopra del comune. Manifesta la tendenza al controllo verso gli altri e l’amore incondizionato verso sè stesso.
Il narcisista non ha idea di ciò che il suo comportamento possa significare per gli altri, diventando così insensibile e privo di riguardo. Rimane sorpreso se non ottiene ciò a cui crede di aver diritto per natura: il narcisista assume il controllo degli altri e lascia per sé l’autonomia; si aspetta che gli altri gli cedano il passo.
I narcisisti intraprendono di solito il trattamento quando sviluppano un disturbo sull’asse I o quando hanno gravi problemi relazionali.
La teoria dell’apprendimento sociale del narcisismo si focalizza principalmente sulla sopravvalutazione genitoriale. Il sentirsi unico, importante e diverso dagli altri può essere sviluppato da diverse esperienze:
-adulazione, indulgenza, favoritismo
-esperienze di deficit, limitazione, esclusione e rifiuto
Il comun denominatore, sia per la convinzione di sé come inferiore sia come superiore, può essere il percepire se stessi come diverso dagli altri in modo significativo.
I sintomi depressivi sono i più comuni. La depressione narcisista generalmente include una discrepanza tra le aspettative/fantasie e la realtà. Altri disturbi associati sono: fobie sociali, ipocondria, abuso di sostanze,
La storia familiare è caratterizzata dalla manifestazione di amore non contingente da parte soprattutto dei genitori (il soggetto veniva ad esempio adulato, “adorato” dai genitori in quanto “bambino speciale”); e allo stesso tempo dalla manifestazione di critiche e disprezzo per le imperfezioni.
Nell’intervento è fondamentale per il terapeuta l’attenzione ai sentimenti controtransferali (è frequente nel lavoro con questi pazienti la sensazione di essere controllati e svalutati). Tra gli obiettivi della terapia è di solito centrale il lavoro per migliorare i  rapporti interpersonali, la comunicazione e la consapevolezza rispetto alla responsabilità del paziente nelle difficoltà interpersonali lamentate.
Gabbard distingue due tipi di Narcisista:
Narcisista inconsapevole
- non hanno consapevolezza dell’impatto sugli altri
- bisogno di stare al centro dell’attenzione
- insensibili ai bisogni degli altri
- Tenta di impressionare gli altri e di preservarsi dalla ferita narcisistica eludendole loro risposte
Narcisista ipervigile
- sensibilità alle reazioni che gli altri hanno nei loro confronti
- attenzione costante verso gli altri alla ricerca di reazioni critiche
- tendono a sentirsi offesi di continuo
- timido e inibito
- Mantiene la stima di sé evitando situazioni di vulnerabilità e studiando gli altri per apparire come si deve

La diagnosi secondo i criteri del DSMIV-TR:
Un quadro pervasivo  di grandiosità (nella fantasia o nel comportamento), necessità di ammirazione e mancanza di empatia, che compare nella prima età adulta ed è presente in una varietà di contesti, come indicato da 5 (o più) dei seguenti elementi:
1.ha un senso grandioso di importanza (ad es. esagera risultati e talenti, si aspetta di essere notato come superiore senza un’adeguata motivazione)
2.è assorbito da fantasie di illimitato successo, potere, fascino, bellezza, e di amore ideale
3.crede di essere “speciale” e unico,e di dover frequentare e poter essere capito solo da altre persone (o istituzioni) speciali o di classe elevata
4.richiede eccessiva ammirazione
5.ha la sensazione che tutto gli sia dovuto, cioè, la irragionevole aspettativa di trattamenti di favore o di soddisfazione immediata delle proprie aspettative
6.sfruttamento interpersonale, cioè, si approfitta degli altri per propri scopi
7.manca di empatia: è incapace di riconoscere o di identificarsi con i sentimenti e le necessità degli altri
8.è spesso invidioso degli altri o crede che gli altri lo invidino
9.mostra comportamenti o atteggiamenti arroganti e presuntuosi.

Diagnosi Differenziale: Condivide con il Borderline le caratteristiche di controllo, biasimo e attacco, ma a differenza del Borderline è presente un grande amore di sè ed è assente la componente di auto attacco.

 
 
:: Collaborazione con
    il centro
   
gli argonauti
 

Picture

  

 

 

 

 Lo studio di Psicoterapia
 Spazio Psi collabora con
 l’associazione onlus
 gli argonauti nella
 organizzazione di incontri
 seminariali e formativi sulla
 genitorialità, e di gruppi
 esperienziali rivolti a
 bambini e adolescenti
 

I nostri siti di Psicologia:

Centro
gli argonauti

Il sito del dott. Arturo Mona

Il Blog sull’ Analisi
Transazionale